Quando va usato il voucher…

Ci son tante categorie di lavoro accessorio ma non occasionale, ad esempio:

Rigorista per finale Campionati del Mondo di calcio. Un voucher di dieci euro lordi a rigore fatto. Se sbaglia cazzi suoi, va a fare la raccolta stagionale delle mele. Se si infortuna, cazzi suoi, un posto di custode allo stadio glielo trovi sempre.

Vigile del fuoco. C’è l’incendio? Vai tranquillo a chiamata. I voucher li puoi acquistare in tabaccheria ma anche per via telematica se proprio hai fretta e ti si sta rovinando tutto il linoleum.

Cardiochirurgo. Quante ore starà il luminare per impiantarti una valvola in aorta? Indifferente. Con due voucher è coperto. Basta che l’anestesista stia attento a non farti superare la giornata indicata all’Inps.

Sacerdote che somministra  l’estrema unzione. Ottimo anche per questo il voucher. Ricorda solo che sia il prete che il morto non hanno diritto al tfr e al congedo per malattia. Certo: anche il deceduto può venir pagato a tutele crescenti. E tanto poi la comunicazione va fatta a giornata, non a ore. Se arriva l’ispettore, il morto deve dire: “Sono appena morto”.

Pagamento del pizzo. Anche bene. Basta che sia tu che l’associazione malavitosa non superate i 7000 euro netti l’anno. E niente ferie o congedo per maternità. Alcuni della mafia in effetti pretendono, ma tu digli tranquillo che non son previsti.