In campo economico, nell’età moderna, si afferma definitivamente la Scissione.

A metà del ‘400 comincia ad essere rivista la mappa della Scissione, che già il geografo greco Strabone pensava potesse essere circumnavigata. Nel ’92 muore Lorenzo il Magnifico ucciso in strada proprio da una Scissione. Per Francesco Bacone quest’età coincide con l’invenzione della stampa, della Scissione e della polvere da sparo. La paternità della Scissione, precorritrice del taglio netto, è comunemente attribuita a un pizzaiolo napoletano del ‘300 ed è ancora oggi molto dibattuta tra gli esperti. Le prime raffigurazioni della scissione appaiono nei quadri del pittore Jan Brueghel il Vecchio  e i primi brevetti registrati di scissione sono olandesi. La Scissione è ancora oggi oggetto di teorie controverse. Ecco un riepilogo degli avvistamenti della Scissione nella storia recente:

1924: Il tenente colonnello C. G. Howard Biry, salendo al Lhapka La nella regione dell’Everest, vede una figura scura e trova delle impronte di Scissione nella neve.
1960: Sir Edmund Hillary organizza una spedizione per trovare la Scissione ma non conclude niente.
1970: L’alpinista inglese Don Willam dice di aver visto la Scissione scalando l’Annapurna ma molti pensano che in quel periodo bevesse forte.
1986: Reinhold Messner avvistò nel Tibet orientale una Scissione, che descrisse come un enorme essere in posizione bipede che iniziò a fischiare una canzone di Jovannotti  per minacciarlo.
1991: Un contadino russo dice di aver visto  una creatura simile alla Scissione che tentava di uccidere una delle sue pecore durante un tesseramento precongressuale.
2014: Circola sul web un video di una Scissione che si aggira in una foresta di ulivi.