L’importante nei rapporti di coppia è l’intesa.

E l’intesa è una cosa che si capisce subito, fin dal primo incontro. Ad esempio: se incontrate una donna al parco con il suo cagnolino, prendete subito in mano un sasso. Se lei comincerà a far roteare in aria il cane con il guinzaglio e poi, quando voi urlerete ‘pull’, lo farà partire in volo per farvelo colpire col vostro sasso, l’intesa tra voi sarà certa.

E comunque i rapporti di coppia non sono mai facili.
Solo al principio di tutto poteva andare bene. E cioè tra Adamo ed Eva. Pensateci: più coppia di fatto di loro. Erano obbligati a stare insieme. La situazione era chiara e non si prestava ad equivoci. Lei non poteva pensare: mi trovo un altro. Non poteva neanche dire: torno dai miei genitori, me ne vado, i cd e lo stereo sono miei. No. E non poteva neanche fare come fanno le coppie di adesso. Cioè, Eva non poteva dire a Adamo: – Guarda che venerdì esco da sola con le mie amiche. D’ora in poi il venerdì è il mio ‘giorno puttana’ della settimana-.
Anche Adamo, d’altronde, tornava a casa sempre puntuale perché non c’erano il bar, gli amici del bar, le partite di calcio in tv. Non c’è gusto a fare tardi a cena per stare da solo nel bosco e arrampicarsi su un albero. Oppure: – Scusa cara, stasera non torno a casa. Ho il torneo di testate con i cervi-.
Bene, anche sulla coppia ho detto.