Non capisco perché ci son tutti questi che si fanno beccare nelle intercettazioni.

Basterebbe usare un codice. Vuoi chiedere un favore a un politico? Corromperlo perché ti approvi un progetto? Shakespeare ti aiuta. Fai così.
-O magnanimo condottiero vittorioso e onusto di onori, non adoprerò ora concerti di frasi o rapsodie di melliflue e vischiose lusinghe per volgere il suo malanimo verso l’opra mia in gentile benevolenza. Non son io un vostro fedifrago adoratore. La modestia più schiva guida le mie parole. Le chiedo solo di apporre il suo nobile suggello alle mie carte e d’ora in poi occhio di mortale non potrà vedere alla luce del giorno alcuno più prono ai suoi voleri di me, sempre incurante di ogni norma terrena, dignità o financo affetto del cuore per compiacerla, lei e tutta la sua famiglia-.
Una roba così, se anche riescono a trascriverla e poi te le pubblicano sul giornale, fai anche più bella figura.