E’ una vera fortuna che ci sia questa nuova norma sulla possibilità di spendere tremila euro in contanti per lo shopping.

Anni fa, in un piovoso sabato pomeriggio, mi venne l’idea di comprarmi un impermeabile in coccodrillo ma non lo potei fare essendo sprovvisto di bancomat e di carta di credito. Un inconveniente simile mi capitò in un caldo giorno d’estate di quest’anno. Preso dall’improvviso desiderio di possedere immediatamente sei vasche da bagno dovetti, a malincuore, rinunciarvi. E lo stesso dicasi, nemmeno un mese fa, per cinque bellissimi semafori da cantiere a batteria. Erano una vera e propria occasione. E’ bello sapere che ora, se voglio, posso comprare in tutta tranquillità e in una volta sola duemila accendini Bic. O trecento mini slip da uomo. O un quintale di liquirizia. Oppure cinque IPhone. O una scarpa della moglie di Beckham. Stiamo finalmente uscendo dal comunismo?